Cover Diario persiano

Buy:

book € 13,00
e-book € 9,49
Formato:  ePub
series "Biblioteca paperbacks"
pp. 192, Brossura, 978-88-15-38746-2
publication year 2023

ANNA VANZAN

Diario persiano

Viaggio sentimentale in Iran

Prologo. Mettersi in viaggio verso l’altopiano
I. Tehran, la città-stato
Vocazione a divenire capitale: dai Qajar a oggi.
Architettura qajar: dal cattivo gusto al trendy.
La residenza dell’ambasciatore d’Italia.
Parchi e giardini: polmoni verdi, polmoni sociali.
La metropolitana: un viaggio antropologico.
Behesht-e Zahra, non solo un cimitero.
Visioni contemporanee: dai grattacieli al Pol-e Tabiat.
I coffee shop, ovvero degli incontri.
Donne oltre al chador.
Arte contemporanea: musei e gallerie.
Una città di musei e di libri.
Cinema, cinematografi e cinefili.
La città che non dorme mai.
II. I deserti iraniani
Passando da Kashan.
Yazd, o del deserto.
I misteriosi templi del fuoco di Zoroastro al crepuscolo.
III. Arrivando a Kerman
Tra leggenda e realtà.
Le rovine di Bam, Rayen e l’ombra del tenente Drogo.
Shahzadeh, miracolo d’acqua e verde tra le sabbie: il giardino del Principe.
IV. Shiraz e dintorni
Il respiro della storia.
Da Persepoli a Naqhse Rostam: l’apogeo degli Achemenidi.
Monumentum aere perennius: la tomba di Ciro.
Nomadi sotto una volta straordinaria: Firuzabad.
V. Un tuffo a sud: il golfo Persico (arabi permettendo)
Vecchie diatribe e nuovi legami.
Dove sciiti e sunniti vivono insieme.
Bushehr e le ta‘ziyeh: rituali sciiti e rivincita femminista.
VI. Il cuore dell’altopiano, dove tutto ha avuto inizio
Esfahan, lo zenith dell’arte islamica.
Bellezza apollinea: il Chehel Sutun.
Protagonisti silenziosi: fiumi asciutti, ovvero dei ponti della città.
Bazar e bazari.
Cucina persiana.
Chiese armene: un’enclave secolare.
Epilogo. Ritorno agli alti monti: il Damavand e le sue storie
Cronologia
Bibliografia essenziale
Indice dei nomi
Indice dei luoghi

See also

copertina 25 aprile
copertina Rediscovering Europe: The Pathways of Democracy
copertina Machina Sapiens
copertina From the Baltic to the Black Sea