il Mulino

Cover Ragione e rivoluzione

Buy:

cover price € 16,00
book € 12,80
series "Biblioteca paperbacks"
pp. 456, Brossura, 978-88-15-28757-1
publication year 2020

HERBERT MARCUSE

Ragione e rivoluzione

Hegel e il sorgere della "teoria sociale"

Introduzione all'edizione italiana, di Carlo Galli
Prefazione
Una nota sulla dialettica
PARTE PRIMA: I PRINCÌPI FONDAMENTALI DELLA FILOSOFIA DI HEGEL
Introduzione
1. Il contesto storico sociale
2. Il contesto filosofico
I. Gli scritti teologici del primo periodo (1790- 1800)
1. La svolta: la rivoluzione del vapore
2. Primo atto: lo spacchettamento anteriore alla Prima guerra mondiale
3. Secondo atto: il reimpacchettamento, 1914-1945
4. Terzo atto: lo spacchettamento nel secondo dopoguerra
II. Verso il sistema filosofico (1800-1802)
1. I primi scritti filosofici
2. I primi scritti politici
3. Il sistema dell'eticità
III. Il primo sistema di Hegel (1802-1806)
1. La logica
2. La filosofia dello spirito
IV. La fenomenologia dello spirito (1807)
V. La scienza della logica (1812-1816)
VI. La filosofia politica (1816-1821)
VII. La filosofia della storia
PARTE SECONDA: IL SORGERE DELLA «TEORIA SOCIALE»
Introduzione
Dalla filosofia alla «teoria sociale»
I. Le basi della teoria dialettica della società
1. La negazione della filosofia
2. Kierkegaard
3. Feuerbach
4. Marx: il lavoro alienato
5. L'abolizione del lavoro
6. L'analisi del processo del lavoro
7. La dialettica di Marx
II. I fondamenti del positivismo e il sorgere della sociologia
1. Filosofia positiva e filosofia negativa
2. Saint-Simon
3. La filosofia positiva della società: Auguste Comte
4. La filosofia positiva dello stato: Friedrich Julius Stahl
3. La trasformazione della dialettica in sociologia: Lorenz von Stein
III. Conclusione: la fine dell'hegelismo
1. Il neoidealismo britannico
2. La revisione della dialettica
3. L'«hegelismo» fascista
4. Il nazionalsocialismo contro Hegel
Bibliografia

See also

copertina Occidente senza utopie
copertina La fragilità del bene
copertina La ricchezza della ragione
copertina La società individualizzata