CARLO GALLI (a cura di)

Manuale di storia del pensiero politico

Introduzione

PARTE PRIMA: L’ORDINE TRADIZIONALE

I. L’antichità greca e romana


Sezione prima. Il pensiero politico greco

1. Omero
2. La Giustizia
3. Esiodo
4. Eschilo
5. Solone
6. Erodoto
7. Democrazia, oligarchia e tirannide
8. Legge e natura
9. Tucidide
10. Senofonte
11. Platone
11.1. La «Repubblica»
11.2. Oltre la «Repubblica»

12. Aristotele
12.1. «Etica»
12.2. «Politica»

13. L’ellenismo
Sezione seconda. Roma
14. Polibio
15. Cicerone
16. Augusto
17. Seneca
18. Plinio il Giovane

II. Cristianesimo e politica


Sezione prima. Le origini e il Medioevo

1. Le alternative principali
1.1. Paolo
1.2. Erma e la «Lettera a Diogneto»
1.3. La svolta costantiniana
1.4. Eusebio di Cesarea

2. Agostino
3. Gelasio
4. La donazione di Costantino
5. La lotta delle investiture
6. L’ordine giuridico medievale
7. Giovanni di Salisbury
8. Tommaso d’Aquino
Sezione seconda. Il tardo Medioevo
9. Egidio Romano
10. Giovanni da Parigi
11. I Comuni
12. Dante
13. Marsilio da Padova
14. Ockham
15. Il movimento conciliare
15.1. Cusano

PARTE SECONDA: IL MONDO MODERNO E LE SUE FORME

III. Gli inizi della politica moderna


1. L’umanesimo politico
2. Machiavelli
2.1. I «Discorsi»
2.2. Il «Principe»
2.3. «Dell’arte della guerra»
2.4. Le «Istorie fiorentine»

3. Guicciardini
3.1. Gli Ottimati e la prudenza
3.2. La crisi della prudenza


IV. La Riforma


1. Erasmo
2. Lutero
3. La Riforma in Europa
4. Calvino
5. Riforma e tolleranza

V. Costituzione, rivoluzione, repubblica e utopia

Sezione prima. Costituzione e rivoluzione

1. Il costituzionalismo
1.1. Bracton
1.2. Fortescue

2. Il puritanesimo
3. Giacomo I
4. La rivoluzione e Cromwell
5. I livellatori
6. Gli zappatori
Sezione seconda. Repubblica e utopia
7. Il repubblicanesimo
8. Milton
9. Harrington
10. Moro
11. L’utopia in Europa

VI. La prima modernità


1. Machiavellismo e antimachiavellismo
2. I monarcomachi
3. I giuristi
4. Bodin
5. Althusius
6. I libertini e Pascal
7. La corte
7.1. Castiglione
7.2. Gracián

8. La Ragion di Stato
8.1. Botero
8.2. Naudé

9. La scienza dello Stato
10. La Scolastica spagnola
10.1. Vitoria
10.2. Suarez


PARTE TERZA: LA MODERNITÀ DISPIEGATA

VII. Il soggetto e lo Stato


1. Hobbes
1.1. Natura, patto, artificio
1.2. Il sovrano
1.3. Teologia politica

2. Locke
2.1. Il «Primo trattato sul governo»
2.2. Il «Secondo trattato sul governo»
2.3. La tolleranza

3. Spinoza
3.1. Natura e politica
3.2. L’immaginazione
3.3. La democrazia

4. Stato e mondo coloniale

VIII. L’Antico regime e l’illuminismo

Sezione prima. L’Antico regime

1. L’assolutismo in Francia
1.1. I Parlamenti
1.2. Bossuet
1.3. Bayle
1.4. Il «liberalismo nobiliare»

2. Montesquieu
3. L’assolutismo in Prussia
3.1. Il cameralismo
4. Il diritto naturale
4.1. Grozio
4.2. Pufendorf

Sezione seconda. L’età dei Lumi
5. I concetti dell’illuminismo
6. La politica e i Lumi
7. La tolleranza
Sezione terza. Geografia dell’illuminismo
8. La Francia
8.1. Diderot
8.2. Voltaire
8.3. La fisiocrazia
8.4. L’illuminismo materialistico e radicale

9. La Germania
10. L’Italia
10.1. Vico
11. L’illuminismo scozzese
11.1. Hume
11.2. Smith
11.3. Ferguson

12. La rivoluzione americana
12.1. La Costituzione federale
12.2. Paine


IX. Ragione e rivoluzione


1. Rousseau
1.1. La civiltà e la storia
1.2. Il contratto
1.3. La democrazia

2. La rivoluzione
3. Sieyes
3.1. La nazione
3.2. La rappresentanza

4. I girondini
5. I giacobini
6. Kant
6.1. Morale, diritto, politica
6.2. Stato di natura e contratto originario
6.3. Stato e democrazia
6.4. La storia, l’illuminismo e l’ordine internazionale
6.5. Il giudizio politico


PARTE QUARTA: L’OTTOCENTO

X. La dialettica

1. Fichte
1.1. Rivoluzione e libertà politica
1.2. Lo Stato e la rappresentanza
1.3. La società e la nazione

2. Hegel
2.1. Dagli scritti giovanili alla «Fenomenologia dello Spirito»
2.2. La «Filosofia del diritto»
2.3. Conclusioni


XI. L’ordine dopo la rivoluzione


1. I controrivoluzionari
1.1. Burke
1.2. I controrivoluzionari cattolici
1.3. Maistre
1.4. Bonald
1.5. Lamennais
1.6. Donoso Cortés

2. Liberalismo e positivismo in Francia
2.1. Constant
2.2. Saint-Simon
2.3. Comte

3. La Germania
3.1. Herder
3.2. Il romanticismo
3.3. Humboldt
3.4. Savigny
3.5. Clausewitz

4. L’Inghilterra
4.1. Bentham
4.2. James Mill


XII. Società e nazione


1. La questione sociale
2. Marx
2.1. La società
2.2. La storia
2.3. Il «Manifesto»
2.4. La critica dell’economia politica
2.5. La politica

3. Tocqueville
3.1. L’uguaglianza
3.2. Le minacce alla libertà
3.3. La Francia

4. John Stuart Mill
4.1. Libertà, personalità, rappresentanza
4.2. La soggezione delle donne

5. Liberalismo e darwinismo sociale
5.1. Il liberalismo inglese
5.2. Spencer
5.3. Il darwinismo sociale

6. La questione nazionale
6.1. Giuseppe Mazzini e il Risorgimento italiano
6.2. La guerra di secessione americana
6.3. Treitschke e l’unificazione tedesca
6.4. Il giuspositivismo tedesco

7. Imperialismo e questione coloniale
8. Sviluppi del pensiero politico cattolico
9. Il pensiero politico del movimento operaio
9.1. Bakunin e l’anarchismo
9.2. L’Inghilterra
9.3. La socialdemocrazia tedesca


PARTE QUINTA: IL NOVECENTO E L’ETÀ GLOBALE

XIII. La crisi dell’ordine politico moderno


Sezione prima. Il nichilismo

1. Nietzsche
1.1. Il nichilismo
1.2. L’eterno ritorno
1.3. Il superuomo e la volontà di potenza
1.4. Le interpretazioni

2. Tönnies
3. Weber
3.1. Capitalismo e scienza sociale
3.2. Il pensiero politico

Sezione seconda. Le ideologie e le trasformazioni della politica
4. Gli elitisti
4.1. Mosca
4.2. Pareto
4.3. Michels
4.4. Sviluppi dell’elitismo

5. Il marxismo: 1900-1920
5.1. Luxemburg
5.2. Sorel
5.3. Lenin

6. Il nazionalismo
6.1. La Germania
6.2. La Francia
6.3. L’Italia

7. Il cattolicesimo democratico
7.1. L’Italia
7.2. La Francia

8. Liberali e democratici
8.1. L’Inghilterra
8.2. Gli Stati Uniti
8.3. L’Italia

9. Politica ed economia
9.1. Il piano
9.2. Il New Deal

10. I totalitarismi
10.1. Il comunismo sovietico
10.2. Il fascismo
10.3. Il nazismo

Sezione terza. Filosofia e politica
11. Il pensiero dialettico
11.1. L’Italia
11.2. La Francia
11.3. La Germania

12. I pensatori radicali della crisi
12.1. La questione della tecnica
12.2. Schmitt
12.3. Kelsen

13. Le critiche filosofiche della modernità
13.1. Fra Germania e Stati Uniti
13.2. La Francia


XIV. Il secondo dopoguerra


1. Lo Stato sociale
1.1. Cittadinanza e classe sociale
1.2. Le critiche liberali e conservatrici
1.3. Le critiche di sinistra
1.4. La geopolitica del dopoguerra

2. Critica e crisi dello Stato sociale
2.1. Decolonizzazione e antimperialismo
2.2. La rivoluzione in Occidente
2.3. Sinistra e destra davanti alla crisi dello Stato sociale
2.4. Rawls, Dworkin, Nozick

3. Le sfide della politica
3.1. Il dibattito filosofico-politico

XV. L’età globale e le sue crisi


1. Elementi politici e materiali della globalizzazione
2. Dopo l’11 settembre
2.1. Il significato dell’11 settembre: il dialogo Habermas-Derrida
2.2. Le nuove forme della politica: i problemi
2.3. Le nuove forme della politica: le soluzioni

3. Le interpretazioni radicali della democrazia
3.1. L’orizzonte della biopolitica
3.2. Radicalizzazione e critica della democrazia


Indice dei nomi

Notizie sugli autori

Buy:

book € 40,00
series "Strumenti"
pp. 672, 978-88-15-23233-5
publication year 2011

See also

copertina I grandi testi del pensiero politico
copertina Il pensiero politico contemporaneo
copertina Storia economica del mondo.
copertina Il sovrano pontefice